Ambiente

inquinamento globalizzazione emissioni

Emissioni globalizzate: moriamo per l'inquinamento prodotto dall'altra parte del mondo

Nel mondo ogni anno 411mila persone muoiono a causa dell'inquinamento prodotto in un'altra regione del mondo. È quanto emerge da una nuova ricerca condotta dagli scienziati dell'Università dell'East Anglia (UEA), secondo cui a uccidere non è solo il nostro inquinamento ma anche quello altrui. Si parla infatti di inquinamento non locale e di globalizzazione delle emissioni.

via petrolio

Nuova VIA: l'ennesimo regalo del governo alle lobby del petrolio

Un ghiotto regalo ai petrolieri. La VIA (Valutazione Impatto Ambientale) non sarà obbligatoria per la prospezione in mare con airgun e per coltivazione di idrocarburi sia nelle acque che sulla terraferma, con produzione fino a 182.500 tonnellate di petrolio o 182,5 milioni di Mc di gas annua. Il Governo di recente ha proposto questa soluzione a regioni e Parlamento.

frattura ghiacci antartide

Quella frattura dei ghiacci dell'Antartide che preoccupa il mondo

Una spaccatura in Antartide preoccupa il mondo. Gli scienziati dell'Instituto Antártico Argentino (IAA) hanno sorvolato i ghiacci del Polo Sud e hanno individuato una massa di ghiaccio enorme, che negli ultimi mesi si sta staccando sempre più velocemente dalla piattaforma di Larsen C.

Dakota Access

Intesa SanPaolo, smetti di investire nel Dakota Access Pipeline: minaccia le terre sacre degli indiani (mailbombing)

Investireste il vostro denaro in un progetto che punta a far passare il petrolio nelle terre dei nativi attraversando gran parte degli Stati Uniti? Stiamo parlando del Dapl, l'ormai tristemente famoso oleodotto Dakota Access Pipeline. Tante le banche estere che stanno disinvestendo da questo progetto, ma l'italiana Intesa SanPaolo è ancora un investitore diretto. Per questo la ong Women's March ha organizzato un mail bombing per il 30 marzo.