Orto & Giardino

Mese di febbraio: semina, raccolto e lavori nell'orto

lavori orto febbraio

Con l'arrivo del mese di febbraio è possibile iniziare a preparare il proprio orto alle semine primaverili, oppure decidere di dedicarsi alla semina fin da subito, soprattutto nel caso in cui si viva in una zona dal clima mite. Sia la semina che il raccolto del mese di febbraio appaiono molto vari.

  • Scritto da Marta Albè
giardino d’inverno

5 motivi per stare in giardino anche d’inverno

Giardino che passione! Se siete degli amanti sfegatati del vostro piccolo spazio all’aperto, non vi sarà difficile prendervene cura o trovare anche solo un motivo per rimanerci almeno un’oretta anche nei mesi invernali.

  • Scritto da Articolo Sponsorizzato
piante gelate

Piante esposte al freddo e al gelo: come curarle e salvarle

Piante gelate, cosa fare? Il freddo e il gelo sono arrivati all’improvviso e non avete protetto in tempo le vostre piante? Potete ancora intervenire per curarle e per salvarle. L’impresa sarà più semplice se dopo la gelata arriverà una giornata di sole.

  • Scritto da Marta Albè
lavori_orto_gennaio

Mese di gennaio: semina, raccolto e lavori nell'orto

Nel mese di gennaio, soprattutto a partire dalla seconda metà, quando il pericolo delle gelate comincerà ad allontanarsi, sarà possibile preparare il proprio orto alla semina delle varietà di cui si vorranno raccogliere i frutti nel corso dei mesi successivi.

  • Scritto da Marta Albè
orto dicembre

Mese di dicembre: semina, raccolto e lavori nell'orto

A dicembre è tempo di preparare una parte del terreno del proprio orto per le semine future, ma anche di pensare a quali varietà scegliere per la semina proprio in questo mese, in modo da potersi garantire un buon raccolto successivamente. Nel mese i dicembre l'orto può offrire ancora molti doni, da raccogliere prima delle gelate.

  • Scritto da Marta Albè
coltivare ibisco

Ibisco: come coltivarlo, manutenzione e cura

L’ibisco è una pianta della famiglia delle Malvaceae. Ne esistono oltre 200 specie. Si tratta di una pianta originaria dell’Asia Minore, in particolare della zona di Istanbul. Arrivò in Europa per la prima volta forse grazie ad una spedizione dell’ambasciatore fiammingo Ghislain de Busbeck che ne portò alcuni esemplari in Olanda.

  • Scritto da Marta Albè